BUON 2009

 

Non avete mai pensato: Ah, se potessi farlo io il consiglio dei ministri!

Avendo la più totale libertà chi scegliereste?

Prima di fare la valigia per Roma vi propongo un gioco.

 

Ecco le mie fantastiche proposte:

 

 

Caparezza: Beni e Attività Culturali con delega per il Mezzogiorno (Vieni a ballare in Puglia Puglia Puglia dove la notte è buia buia buia)

 

Giovanni de Mauro: Lavoro, Salute e Politiche Sociali (Il giovane direttore di Internazionale)

 

Giorgio Bocca: Ministro della Difesa (in virtù del suo passato di partigiano)

 

 

Piero Ottone: Ministro delle Infrastrutture e Trasporti ( con carta bianca per Trenitalia)

 

Vittorio Zucconi :Affari Esteri (Meravigliosi i suoi racconti made in usa)

 

Concita de Gregorio: Ministro dell’interno ( Non mi viene in mente una ragione plausibile ma mi piace e dovevo metterla da qualche parte)

 

 Gialuca Felicetti: Ambiente, Tutela del Territorio ( Il presidente della Lav, uno che della natura si interessa per davvero)

 

Loretta Napoleone: Economia e Finanze (Eccezionale economista esperta in terrorismo islamico)

 

Roberto Saviano:Giustizia (Devo aggiungere altro?)

 

Curzio Maltese:Pubblica amministrazione e Innovazione (Why?Because)

 

Ivan Scalfarotto:Pari opportunità (un esempio di cervello italiano in fuga)

 

Margherita Hack: Istruzione, Università e Ricerca (una delle donne più brillanti che abbiamo)

 

Michele Serra: Presidente del consiglio (Azzardato? Chissà. Ma sarebbe un’Italia tutta nuova!)

 

 

 

degregorio_1003felicettizucconi031111764hack2006pr-49-20080709serra2659808518_cddafb3999savianocaparezza_11_tif_big1gdm11

Annunci
Published in: on dicembre 29, 2008 at 9:17 am  Comments (6)  

Just for fun parte II-shopping e animali parlanti

 

 Davanti ai ventilatori accesi:
– Senti che vento, sembra di essere in Africa!
(brrr…)

– Avete phon da uomo?
(niente cose da femminucce!)

– Avete il TV Sony 28 metri?
(non si è sbagliato, è un rapper)

– In questo negozio si può pagare col Bancomarket?

– Vorrei avere delle informazioni su un tostapane.
– Certo, può rivolgersi alla commessa!
– Ah, li fa lei i toast?
(per me un toscano, grazie!)

– Questo telefonino ha anche la fibrillazione?
(in rianimazione, subito)

Il giorno dopo l’entrata in vigore dell’ora legale:
– Senta, mi cambia la pila dell’orologio, che da ieri mi va un’ora indietro?
(poco informato)

– Avete fusilli a 5 volts?
(magnateli te!)

– Senta, ho messo i panni nella lavastoviglie, ora mi si è incastrato tutto
e non si apre più!
(chissà perché…)

– Senta, il mio frigorifero è guasto, perde acqua, trovo tutti gli indumenti
bagnati!
(chissà perchè… n. 2)

– Mi hanno cromato il telefonino.
(ed è venuto bene?)

– Vorrei uno di quei forni a infrarossi, sa, per un neonato…
(chiamate il 113!)

– Quell’antenna a 99.000 lire costa 99.000 lire?
(il diffidente)

– Volevo una radiolina per mettere nella vigna e far scappare i cinghiali!
(basta sintonizzarsi su Radio Gamma 5, quella del filo diretto in Veneto)

– Com’è questo videoregistratore?
– Molto buono, è un Sony.
– Mah, preferisco qualcos’ altro, io delle marche italiane non mi fido!

Al telefono:
– Senta, siccome abito lontano, potrebbe farmi ascoltare la differenza tra
due impianti stereo?

Published in: on dicembre 9, 2008 at 4:49 pm  Comments (1)  

Maniacs

 

153px-homer_sbava1

Ci sono due tipi di maniaci: quelli veri e propri, e su questo non si scherza.

 E poi ci sono i patetici, per lo più innocui.

Quelli che collezionano figuracce da chocolate maker e a cui, in fondo, bisogna esser grati perché riempiono i momenti morti sul lavoro: Questa te la devo raccontare, ieri in autobus c’era un tipo…

 Sapete a chi mi riferisco.

 Quelli che anche se gli hai chiesto come arrivare alla fermata della metro riempiono l’informazione con Bellissima gira a destra bellissima fino al semaforo bellissima.

 

Gli infantili: Quelli che ti arrivano alle spalle, ti farfugliano qualcosa e scappano.

 

I poeti mancati come quel  padre di famiglia in spiaggia: Guarda Tommy, una sirena che esce dalle acque…

 

Gli approfittatori o i finti altruisti  come i militari in treno : Ti porto io la valigia!

E come dimenticare quel giorno in spiaggia in pieno tsunami (Vuoi un asciugamano? Ma è sempre così il tempo dalle tue parti?)

 

Poi i pervertiti: quelli che ti sorprendono quando esci dal Pam sicura di avere una mise che farebbe scappare anche Fritz Haarman e invece fammi questo-fammi quello …Non dimenticherò mai il coraggio di Giò che quella volta a Bologna rispose: OK, tirati giù i pantaloni e facciamo presto che ho solo 5 minuti.  Ammutoliti.

 

Anch’io vorrei avere il coraggio di farlo.

Ma ho sempre paura che mi dicano:OK.

Published in: on dicembre 5, 2008 at 12:25 pm  Comments (6)  
Tags: ,