In difesa degli ultimi

 

Quest’anno la Cina è sotto i riflettori: il paese comunista meno egualitario del mondo ospiterà le Olimpiadi.

Questo avrà  il merito di attirare l’attenzione sulle innumerevoli violazioni dei diritti umani ( uno tra tutti, la pena di morte prevista per 68 reati tra cui l’evasione e la frode fiscale. L’avessimo noi, non avremmo più nessuno in parlamento…?)anche se è molto probabile che una volta finiti i giochi l’attenzione si sposterà di nuovo da un’altra parte. Approfitto allora per attirare l’attenzione su un argomento che a molti di voi sembrerà minore, assolutamente secondario rispetto a crimini efferati quali la tortura e la pena di morte. Ma sono convinta che una società si giudichi anche per come tratta i più deboli. E chi è più debole di chi non può parlare?

La Cina è il più grande mangiatore di cani e di gatti al mondo.Più di 10 milioni di cani vengono macellati ogni anno. A chi mi dirà che è un fatto culturale, che… noi mangiamo il coniglio (io no comunque) che fa tanto orrore ai giapponesi, e allora solo perché a te piacciono i cani e i gatti e come la mettiamo con le mucche e i nostri macelli e perchè, tu non mangi il ragù e bla bla bla.

Ok. Ma ascoltate lo stesso per favore

Nei macelli cinesi vige l’idea che più l’animale muore lentamente e dolorosamente  più prelibata sarà la carne. Non vi dirò i dettagli ma credetemi, sono agghiaccianti. Gli investigatori di Animal Asia sono stati testimoni di camion caricati con più di 2000 cani per camion arrivati ai grossisti di vendita Hua Nam Wild Animal Market a Guangzhou.
Il mercato della carne di cane e di gatto sta diventando sempre più industrializzato ed è pure promosso dal governo in alcune zone. Si sono sviluppati grandi allevamenti e l’importazione di razze giganti come i San Bernardo, che sono incrociati con la razza locale Mongrel, per avere razze a crescita veloce e docili ‘cani da carne’ che possono essere macellati a 4 mesi di vita.

Ulteriori indagini rivelano che la pelliccia dei cani macellati sta arrivando sui mercati locali ed internazionali( certo, anche in Italia) e viene utilizzata come “guarnizione” per capi di moda, o per bigiotterie come anellini o accessori per capelli.
Animals Asia Foundation e’ una fondazione di pubblica utilita’ registrata a Hong Kong che dipende completamente dalla generosita’ del pubblico. E’l’unica associazione che fa concretamente qualcosa in collaborazione con le autorita’ cinesi. Se volete sapere di più sulle altre sue attività cliccate su http://www.animalsasia.org/index.php?module=64&menupos=1&lg=it 

Un’ultima cosa: qualche volta mi capita di incontrare persone, anche tra i miei amici, che sembrano quasi un po’ infastiditi dal mio interesse per la difesa degli animali. Come se allora dovessimo aspettare la fine delle guerre nel Darfur ( a proposito, io sono socia di Amnesty International) per interessarci ai canili lager o alla vivisezione. Bene, il fatto è che chi muove queste polemiche non fa niente. Neanche per il Darfur.

Una volta mi hanno chiesto: Se vedi un bambino e un cane che stanno annegando in un fiume chi salvi? Risposta: Tutti e due.

Published in: on marzo 5, 2008 at 9:18 am  Comments (3)  
Tags: , , , , , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://lejournaldesara.wordpress.com/2008/03/05/in-difesa-degli-ultimi/trackback/

RSS feed for comments on this post.

3 commentiLascia un commento

  1. Verissimo Sara!
    Come se si potesse rimanere indifferenti verso un dramma solo perchè non coinvolge un essere umano! E poi si parla troppo poco dei diritti degli animali.

  2. Verrà il tempo in cui l’uccisione di un solo animale sarà considerato un grave delitto…
    Leonardo da Vinci

  3. Beh, almeno adesso è un reato.
    Il problema però non sono i paesi occidentali, ma tutto il resto del mondo… Purtroppo, finché ci sarà arretratezza economica e culturale, il rispetto degli animali sarà appannaggio di una minoranza.

    Ma se pensiamo come ragionava da noi la gente anche solo 30 anni fa, possiamo essere ottimisti. Cambiare è possibile!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: