I MIEI 1O FILM PREFERITI (per questo mese)

corpseloc.jpg

1.IL FAVOLOSO  MONDO DI AMELIE: Perché da bambina Amelie è uguale a me! Battuta: “Mai fidarsi dei trapezisti: ti mollano all’ultimo momento

 

2.LA SPOSA CADAVERE. Una favola dark. Battuta: Emily: “Dobbiamo andare su, al piano di sopra, a visitare la terra dei vivi!” Saggio Goodmeck: “La terra dei vivi? Oh mamma!” Emily: “Per favore, saggio Goodmeck…” Saggio Goodmeck: “Ma perchè andare lì su quando muoiono dalla voglia di venire qui giù!”

 

3.A QUALCUNO PIACE CALDO. Un superclassico. Battuta: Ah no, io, al buio con uno con tutte quelle mani, non ci rimango! (Jack Lemmon travestito da donna)

 

4.LANTERNE ROSSE.  Film da Oscar. Non c’è una battuta ideale. I momenti migliori sono dati dal suono della neve, del silenzio e della musica delle lanterne

 

 5.EDWARD MANI DI FORBICE. Il primo film Burton/Depp. Meraviglioso. La frase:” Le tue mani?… Ma cosa ti è successo?…” Non mi ha finito.”

 

6.IL LABIRINTO DEL FAUNO. I mostri della fantasia e quelli del franchismo. La musica è sublime.

 

7.LITTLE MISS SUNSHINE. Tragicommedia familiare. Battuta migliore del film: La vita è tutta uno schifoso concorso di bellezza”

 

8.CHOCOLAT. Johnny Depp e la cioccolata. Di cos’altro hai bisogno? La battuta: Johnny Depp & Juliette Binoche: – La avverto. Se farà amicizia con noi, si inimicherà gli altri.
– Me lo promette?”

 

9.BILLY ELLIOT. Quello che ci vuole quando ti senti giù e ti dici”Non ce la farò mai”. Battuta: “E come se scomparissi, mi dimentico di tutto e volo, sono elettricità”.

 10.DANCER IN THE DARK. Il musical più strano della storia del cinema. Finale da fazzoletto. Frase ad effetto: “I’ve seen it all, there is no more to see”

Published in: on febbraio 24, 2008 at 2:06 pm  Comments (2)  

The URI to TrackBack this entry is: https://lejournaldesara.wordpress.com/2008/02/24/i-miei-1o-film-preferiti-per-questo-mese/trackback/

RSS feed for comments on this post.

2 commentiLascia un commento

  1. Beh, la battuta di Chocolat è perfetta per ogni ridente (o piangente) cittadina di provincia.
    Oh yeah! (battuta presa in prestito a Duff-Man dei Simpson)

  2. Sopratutto se quella cittadina è l’oratorio d’Italia…sigh


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: